L'agronomo consiglia la pacciamatura - metodo naturale per eliminare le erbe infestanti

eliminare-le-erbe-infestanti-in-modo-naturale-con-la-pacciamatura

Eliminare le erbe infestanti in modo naturale con la pacciamatura

La pacciamatura è la soluzione NATURALE per liberarsi dalle erbe infestanti

 
Nel settore vivaistico ornamentale è di fondamentale importanza la gestione delle erbe infestanti. Queste infatti competono con le piante coltivate per quanto riguarda nutrienti e acqua, oltre ad abbassarne notevolmente il loro valore estetico.
Negli ultimi anni sono state proposte diverse soluzioni, alternative al diserbo chimico, e sempre più rivolte verso un maggior rispetto dell’ambiente. Un impiego molto interessante da questo punto di vista riguarda l’utilizzo di pacciamanti naturali in vivaio che riducono l’impatto ambientale e nel contempo forniscono un valido risultato agronomico.
La pacciamatura consiste nel ricoprire il terreno con del materiale sminuzzato. Il materiale deve essere applicato all’invasatura, costituendo uno strato di almeno 2 cm. Dopo la prima bagnatura, formerà uno strato compatto ma permeabile, resistente al vento e alla pioggia battente. Oltre ad ostacolare lo sviluppo delle infestanti, rallenta l’asciugatura dei vasi mantenendo il giusto grado di umidità e di temperatura, e ne conferisce un aspetto cromatico gradevole.


Ecco i 4 materiali naturali più utilizzati per la pacciamatura nella vasetteria, e quindi per prevenire la crescita di erbe infestanti:

  • Miscanthus: è una pianta graminacea, pacciamante 100% naturale; questo materiale naturale essiccato, viene triturato ed è molto efficace contro la ricrescita delle erbe infestanti. Protegge la pianta, resiste al vento, ha una forte capacità di ritenzione idrica, l’evaporazione è limitata durante la stagione calda caldi e si decompone naturalmente divenendo fonte di minerali per il terreno. Il colore del miscanthus è chiaro e contribuisce a rendere piacevole l'estetica della pianta in vaso.
  • Lignitec: è composto da legno di abete rosso tritato ed ha le stesse caratteristiche del Miscanthus con il vantaggio di rilasciare meno polvere ed avere una pezzatura più regolare.
  • Containermulch: è composto da legno di conifera prima scortecciato e poi tritato. Questo materiale viene igienizzato termicamente e colorato con pigmenti naturali che ne danno il tipico colore rosato.
  • Lolla di riso: si ottiene dall'insieme dei gusci della sbramatura del riso, compressa e trasformata in pellet. Questo materiale viene adagiato nel vaso e al momento dell'invasatura deve essere bagnato. L'idratazione ne fa aumentare il volume e fa si che si formi uno strato molto compatto. Ha anche il vantaggio di contenere l'amido di masi, collante naturale che fissa in modo ottimale il terriccio.Idratandosi incrementa di circa quattro volte il proprio volume e forma uno strato compatto. Inoltre, contenendo un collante naturale (amido di mais) è in grado di fissarsi molto bene al terriccio del vaso e quindi di avere una maggiore tenuta all’eventuale ribaltamento dei vasi. La lolla di riso in pellet è più perfetta per pacciamatura manuale piuttosto che rispetto agli altri materiali che ben si prestano all'uso con le riempitrici meccaniche. La lolla di riso è di fatto uno scarto agricolo che sta sempre più diventando una risorsa nel settore florovivaistivo per la prevenzione della crescita delle erbe infestanti in vaso.

Per informazioni sulla pacciamatura e sui materiali per liberarsi con metodi naturali dalle erbe infestanti Contattaci

consigli, agronomo, trattamenti, pacciamatura, erbe infestanti

PRODOTTO DEL MESE

Risolviamo il problema della Cimice Asiatica
con le nostre trappole.


I NOSTRI PRODOTTI

Contenitori e vasi, materiali per sostegno, tutoraggio e imballo, ferramenta, accessori per l'innesto, materiali per l'irrigazione, l'irrorazione e la sicurezza, concimi, semi e fitofarmaci.


Scarica il catalogo generale
ORARI DI APERTURA

Lunedi - Venerdi

07:30-12:30
14:30-18:30

Sabato

07:30-12:30

CONTATTI

via Bonellina 57,
I-51100 Pistoia (PT), Italy


tel. 0573 98311
fax 0573 983140
mob. +39 388 7944780
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.